V° Festival del Giornalismo Alimentare di Torino: incontri ed un menù con i fiori eduli le proposte del ponente ligure

Partirà giovedì 20 febbraio al Centro Congressi del Lingotto, la quinta edizione del Festival Nazionale del Giornalismo Alimentare, che per tre giorni vedrà confrontarsi circa 170 esperti fra giornalisti, istituzioni, imprenditori, foodblogger, influencer, professionisti della sicurezza alimentare, chef e rappresentanti del mondo associazionistico. La Liguria, regione ospite del festival, sarà grande protagonista con la presenza di alcuni rappresentanti in diversi incontri e con un menù dedicato alla cucina con i fiori.

Claudio Porchia, presidente dell’Associazione Ristoranti della Tavolozza parteciperà giovedì mattina all’incontro dal titolo “SONO UN PROFESSIONISTA E RACCONTO IL FOOD: esperienze e progetti dalla Rete del Festival del Giornalismo Alimentare” moderato da Enzo Radunanza della Gazzetta del Gusto. Il giorno successivo sarà Gianni Berrino, Assessore al turismo Regione Liguria interverrà al seminario “PROMUOVERE LA LIGURIA DEL CIBO: raccontare una terra ricca di eccellenze” moderato da Luca Ponzi caporedattore Tgr Rai Liguria.

Sempre nella giornata di venerdì ai giornalisti partecipanti agli incontri sarà offerto un menù originale, colorato e profumato a base di fiori. I fiori nel piatto questo il nome della proposta gastronomica firmata dagli chef Roxana Rondan e Gianfranco Calidonna, con la partecipazione dello chef Paola Chiolini del ristorante Balena Bianca di Vallecrosia (IM). Si partirà con gli assaggi a cura di Fiori di Hortives, per proseguire con piatti cucinati con i fiori forniti dalla azienda Ravera Bio di Albenga. Dessert vari e deliziosi con le dolcezze della Biscotteria Gibelli di Vallecrosia (IM) ed i Grissini dolci e “Belinetti” alla cipolla egiziana a cura di Panetteria Fratelli Lia di Camporosso (IM) e azienda Eredi DAMELE Antonio di Camporosso (IM).

La manifestazione torinese sarà anche un’ottima occasione per promuovere il “Festival della cucina con i fiori” che si terrà a Sanremo dal 9 all’11 marzo nell’ambito della manifestazione Villa Ormond in fiore.

Oltre al fenomeno food sui media e alle iniziative antispreco, sotto i riflettori di questa edizione del Festival finiranno alcuni tra gli argomenti più caldi e controversi del momento, come le etichette nutrizionali che mortificano il made in Italy, le criticità del Food Delivery o le pratiche commerciali sleali nella filiera agricola. Nel decennale del riconoscimento Unesco della Dieta Mediterranea, non potevano mancare approfondimenti sulla cultura del cibo italiano nel mondo, con un panel dedicato al ritorno in agricoltura dei prodotti IGP e DOP e uno sulle ultime frontiere del Made in Italy: università e agenzie spaziali della Penisola sono, infatti, fra i capifila dei più importanti progetti internazionali di coltivazione degli alimenti in orbita. Particolare attenzione sarà dedicata al terzo settore con il tavolo di lavoro incentrato sul social food per far luce su come cibo e ristorazione possano diventare un veicolo di promozione sociale.

Il Festival del Giornalismo Alimentare è realizzato con il supporto della Camera di commercio di Torino e con il contributo di Compagnia di San Paolo, Fondazione CRC e Fondazione CRT.

Ha ottenuto il patrocinio di Regione Piemonte, Città Metropolitana di Torino e Comune di Torino, Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, Ordine dei Giornalisti del Piemonte, Federazione Nazionale Stampa Italiana, Associazione Stampa Subalpina e Slow Food Italia.

È possibile accreditarsi online al sito www.festivalgiornalismoalimentare.it/accredito/ e seguire nelle dirette sui social le principali iniziative.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento